L’associazione sportiva “EL MANETON”, termine dialettale veneto che sta ad indicare un “grande” appiglio, ha sede a Schio, provincia di Vicenza. Essa nasce nel 1995 dall’incontro di cinque soci, Dino Lagni, Lisa Benetti, Davide Zavagnin, Luca Zavagnin, Greselin Guido, eletto Presidente dell’Associazione, in quanto in quegli anni, una norma presente nel Regolamento della FASI (Federazione Arrampicata Sportiva Italiana) stabiliva che colui che ricopriva questa carica non poteva svolgere attività agonistica di arrampicata. Obiettivo del gruppo era comunque la partecipazione alle competizioni di arrampicata sportiva. Affiliata FASI, iscritta all’“Albo delle Associazioni” presso il comune di Schio, l’Associazione “EL MANETÒN” ha visto aumentare significativamente i propri iscritti, sia agonisti che non agonisti, ma comunque tutti caratterizzati da una passione “straripante” per l’arrampicata sportiva, il boulder e, non ultimo, l’alpinismo, passione ripagata con grandi risultati sia in gara, che in falesia o sulle pareti alpine. Dal 1997, “EL MANETÒN” ha ottenuto spesso il primo posto nella speciale classifica a squadre della Coppa Italia. I risultati più prestigiosi sono stati quelli di Dino Lagni, campione del mondo ai campionati mondiali di arrampicata sportiva del 1999 a Birmingham (Inghilterra) e vincitore di quattro Coppe Italia di Arrampicata consecutive, nonché della prima prova di Coppa del Mondo di Arrampicata Sportiva del 2000 e del Campionato Italiano di Arrampicata Sportiva del 2001, di Lisa Benetti, moglie di Dino Lagni, vincitrice di quattro Coppe Italia e campionessa italiana di arrampicata sportiva nel 2001, e di Davide Zavagnin, terzo assoluto nella classifica della Coppa Italia di Arrampicata del 1999 e autore di uno dei primi 8b a vista al mondo. Allo stato attuale, “EL MANETÒN” conta oltre un centinaio di iscritti, di cui una trentina sono atleti agonisti, e della quale fanno parte circa sessanta giovani di età inferiore ai 20 anni, seguiti con grande passione nel percorso di formazione sportivo-arrampicatoria da Dino Lagni e Lisa Benetti. Fra gli atleti più giovani spiccano in particolare Giorgio e Camilla Bendazzoli, entrambi atleti delle nazionali giovanili di Arrampicata Sportiva e Boulder. Fra i loro risultati più significativi spiccano la vittoria di Giorgio al campionato europeo giovanile del 2014 e il primo posto al campionato italiano giovanile U16 del 2013, mentre Camilla ha ottenuto nel 2013 il terzo posto al Campionato Italiano giovanile boulder U20. Altri successi di prestigio sono stati ottenuti da Luca Marzari, campione italiano giovanile U18 nel 2012 e U20 nel 2013, Lisa De Martini, campionessa italiana U16 nel 2013, Davide Leonardi, campione italiano boulder U10 nel 2012, Luca Pilotto, terzo al Campionato italiano Boulder U10 nel 2013. Di rilievo anche il primo posto di Simone Salvagnin al Campionato Mondiale Paraclimb specialità Speed ad Arco nel 2011 e il terzo posto nella specialità Lead a Parigi nel 2012. Ma al di là dei numerosi successi in ambito agonistico, l’aspetto più importante per l’Associazione “EL MANETÒN” è la possibilità per tanti ragazzi di praticare una sana attività sportiva come l’arrampicata, fare gruppo, stare insieme e condividere successi e insuccessi. Accanto a loro ci sono le persone che non solo li seguono sul piano tecnico-arrampicatorio, ma cercano di trasmettere loro i valori dello sport. La palestra “Monkey Island” è il luogo dove tutti, da chi partecipa alle gare a chi semplicemente ama l’arrampicata, dal giovane al meno giovane, si possono incontrare, per arrampicare in compagnia, scambiare una riflessione, progettare una nuova avventura, tutti aspetti che sanno andare oltre il mero risultato sportivo e rappresentano quanto di più bello, coinvolgente e significativo sappia offrire “EL MANETÒN”.